Contenuto principale

Messaggio di avviso

Il Regolamento d'Istituto tiene conto delle differenze socio-ambientali che caratterizzano i plessi delle scuole dell'Infanzia, Primarie e Media dell'Istituto; esso rivolge la massima attenzione al tema della vigilanza e custodi a degli alunni, al loro comportamento verso l'impegno scolastico valutato come lo star bene a scuola (e a casa), nonché alla puntualità dei genitori nell'espletamento dei loro doveri nei confronti dei propri figli e della scuola. La direzione si fa carico di ogni inadempienza e interviene in maniera opportuna a difesa dei minori. Tutti gli spazi delle scuole, interni ed esterni, sono utilizzabili ai fini didattici. Ogni scuola, oltre alle aule comprende laboratori che hanno la funzione di ampliare e potenziare l'Offerta Formativa. Gli incontri con i genitori nelle scuole dell'Istituto hanno cadenza bimensile, salvo particolari questioni urgenti da affrontare. Tali incontri sono calendarizzati all'atto della programmazione e comunicati ai genitori per iscritto sul diario e tramite foglio informativo.

Il Patto Regolativo costituisce un'intesa di base e serve a riconoscere funzioni, ruoli, compiti, responsabilità dei diversi soggetti impegnati a raggiungere un'unica meta: facilitare una positiva esperienza scolastica per tutti gli alunni.

 Il presente regolamento di disciplina mantenendo quale punto di riferimento costante il testo dello "Statuto delle studentesse e degli studenti" emanato dal Presidente della Repubblica con D. P.R. 249 del 24.06.1998, è redatto con finalità didattico-educative riferite all'ambito socio-culturale specifico in cui opera l'Istituto Scolastico Comprensivo "BALILLA PAGANELLI" di via Friuli, 18 Cinisello Balsamo.

I Consigli di classe/interclasse/intersezione stabiliscono per ogni visita guidata o viaggio di istruzione gli obiettivi culturali e didattici e gli ambiti disciplinari in cui l'esperienza si colloca. Per conseguire gli obiettivi programmati è necessario che gli alunni siano preventivamente forniti di tutti gli elementi conoscitivi e didattici che servono da documentazione ed orientamento sui contenuti di visite e viaggi. All'inizio di ogni anno scolastico il piano delle uscite didattiche delle scuole o interclassi verrà tabulato da ogni plesso ed inviato al Consiglio di Istituto per l'approvazione non oltre il mese di Ottobre.
In tale mese, il piano delle uscite sarà presentato ai Genitori della singola classe o sezione corredato da tutti i dati che riguardano:

  1. la meta,
  2. il mezzo di trasporto,
  3. i tempi,
  4. i costi.

I Genitori ne prendono visione e firmano per accettazione. Questa firma vincola al p agamen to della quota stabilita per l'uscita.
Per la scelta dei mezzi di trasporto privati ci si dovrà attenere alla delibera del Consiglio di Istituto. In caso di assenze improvvise di uno dei docenti accompagnatori firmatari, se il rapporto numerico insegnanti alunni e superiore alle 15 unità, deve essere nominato un docente supplente disposto ad effettuare l'uscita didattica. Per salvaguardare le pari opportunità di ogni disciplina, soprattutto nella scuola primaria al momento della scelta dei giorni, delle uscite e/o di altre iniziative occorre che queste vengano concordate anche con gli insegnanti specialisti. Ciò per evitare che le date scelte ricadano sempre sulla stessa disciplina a scapito del numero minimo di ore da garantire agli alunni. Si ricorda inoltre che in occasione di uscite didattiche e viaggi d'istruzione occorre attenersi alla seguente Procedura:

In allegato pubblichiamo il "Regolamento per l'individuazione degli esperti esterni", il quale disciplina le modalità ed i criteri per il conferimento di contratti di prestazione d’opera per attività e insegnamenti che richiedano specifiche e peculiari competenze professionali.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Regolamento-individuazione-esperti-esterni.pdf)Regolamento-individuazione-esperti-esterni.pdf137 kB
In allegato pubblichiamo il Regolamento contenente apposite istruzioni circa la classificazione, il rinnovo degli inventari e la rivalutazione dei beni.
  • Il presente Regolamento ha per oggetto le procedure di registrazione inventariale secondo quanto previsto dal D.I. n. 44/2001 "Regolamento Generale di Contabilità".
  • Il presente Regolamento disciplina altresì le procedure di carico e scarico dei beni, nonchè le modalità di ricognizione e di aggiornamento dei beni
Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (REGOLAMENTO_INVENTARIO_PAGANELLI.pdf)REGOLAMENTO_INVENTARIO_PAGANELLI.pdf214 kB